La superficie mucosa intestinale arriva fino a 300 metri quadrati e rappresenta quindi la più vasta rea del nostro corpo a relazionarsi con l’esterno e quindi ad entrare in contatto con i batteri. In questa vasta superficie avviene l’incredibile sodalizio fra mucosa intestinale e flora batterica, collaborazione indispensabile per conseguire il benessere del nostro corpo.

Il colon ospita circa 10 alla dodicesima microrganismi per grammo di tessuto. Tale massa microbica è costituita da un numero indeterminato di specie, delle quali circa una trentina sono pressochè sempre presenti.

La funzione protettiva della flora batterica intestinale si realizza attraverso meccanismi che portano sia ad un aumento di anticorpi che ad un effetto barriera in quanto i lattobacilli aderendo saldamente alla mucosa, la proteggono dalla possibile invasione dei germi ostili.

Pertanto, quella che a prima vista poteva sembrare una zona altamente esposta e quindi facilmente vulnerabile, diventa un importante laboratorio e centro di difesa per il nostro organismo, sempre che venga conservato un equilibrio fra le diverse specie che popolano l’intestino.

Inoltre oggi sappiamo che il “sistema intestinale” costituisce di per sé una struttura neuro-endocrino-immunitaria integrata. La fitta rete nervosa delle pareti interne del tratto gastro-intestinale, il nostro “secondo cervello”, contiene circa cento milioni di neuroni e svolge un ruolo in gran parte indipendente dal cervello centrale a cui è collegato dal sistema nervoso autonomo, ma dal quale non dipende per il suo funzionamento. La rete nervosa intestinale è anche strettamente connessa con il sistema endocrino che è ampiamente rappresentato all’interno dell’apparato digerente da cellule endocrine situate a livello della mucosa gastrointestinale. Il sistema nervoso endocrino è in stretto collegamento con il sistema immunitario ed una vasta rete linfatica dove transitano e sono diffuse miriadi di cellule linfocitarie.

Tra le funzioni dell’intestino c’è quindi anche la difesa dell’organismo. La ragione di ciò risiede nel fatto che il più importante distretto immunitario dell’organismo è costituito dal tessuto linfatico associato all’intestino (GALT, Gut Associated Lymphoid Tissue) che rappresenta circa la metà dell’intero tessuto linfatico associato alle mucose (MALT, Mucose Associated Lymphoid Tissue). L’integrità funzionale del sistema immunitario intestinale è intimamente correlata con il microbiota intestinale. Il microbiota, infatti, oltre che esercitare un controllo diretto sulla proliferazione di germi opportunisti residenti o invasori, ha un’importante funzione immunomodulatrice che si esplica attraverso l’attivazione della maturazione del sistema immunitario intestinale. Da queste considerazioni si può facilmente dedurre che una buona funzionalità intestinale sia fondamentale per l’equilibrio fisiologico dell’intero organismo. Se presente un dismicrobismo intestinale possiamo efficacemente contrastarlo mediante l’idrocolonterapia, un trattamento medico semplice ed al contempo complesso in grado di riportare la funzionalità del colon sui binari della più fisiologica normalità senza ricorrere ad alcun farmaco.

Da quanto finora esposto si deduce che “la salute passa attraverso l’intestino”!